‘Enzo Avitabile music life’

88948_p1974f46tn7lpbgo9t81sn220h6_0

Enzo Avitabile  suona e racconta il documentario che il Premio Oscar Jonathan Demme gli ha voluto dedicare.

Quello con Avitabile è stato il penultimo appuntamento , al Cineporto di Foggia, per la prima rassegna cinematografica ‘Movie Music’, curata e organizzata da Mario De Vivo in collaborazione con Promodaunia nell’ambito dei progetti di ideazione e realizzazione voluti da Apulia Film Commission per i Cineporti di Puglia
Un bel momento in compagnia dell’artista napoletano che ha ripercorso, dopo la visione del film, la storia del suo stato d’animo, di come è mutato nel tempo grazie alla conoscenza di varie etnie, di persone incontrate e alle loro diverse religioni. L’autore si e’ intrattenuto col pubblico e ha partecipato al dibattito che ha sollecitato gli intervenuti a porre delle interessanti domande.
88948_p1974f46tm1p7bok2188lfmd1ksm5_0
Il film ‘Enzo Avitabile music life’ è il risultato di una settimana incredibile trascorsa in un viaggio attraverso Napoli e uno speciale ritorno al suo magico luogo di nascita: Marianella. Complice una trasmissione radiofonica, che riversava le note di Avitabile nell’auto dijonathan-demme Demme in corsa sul George Washington Bridge, i due artisti si ‘incontrano’ e producono insieme ottanta minuti di note e fotogrammi. In perfetta comunione con la sensibilità di Demme, le partiture di Avitabile, sempre aperte alla contaminazione e alla differenza, esibiscono una solidarietà per gli oppressi e un’empatia per i margini. Il documentario armonizza la tradizione arcaica contadina della Campania comprendendo stili musicali contemporanei, fino a battere la strada della World music e a tuffarsi nel Mediterraneo e nei suoi vivi orizzonti. La produzione di Avitabile ospita artisti straordinari, depositari di una precisa identità culturale e di una tradizione artistica millenaria. Una partitura collettiva che canta gli oppressi nelle lingue del Sud e dentro una straordinaria evidenza sonora. Inteso a recuperare il patrimonio musicale partenopeo e a rivelarne la piena bellezza, Avitabile attraversa Napoli e i luoghi della sua musica. Il suono del suo sassofono risale la cantina dell’infanzia nel quartiere di Marianella rompendo la linearità del racconto e insinuando la vita familiare e amicale di Enzo. Dentro le immagini di Demme, che tradiscono un’aria di sopralluogo e di scoperta, Avitabile mescola i suoni laici con la solennità liturgica, l’anima sinfonica col cuore cameristico, risvegliando il grido popolare. Regista, produttore e sceneggiatore americano, capace di raccontare storie drammatiche e anticonvenzionali, ha segnato la storia del cinema con Il silenzio degli innocenti’ per poi raccontare vicende più intime, sempre molto attuali. Ha realizzato numerosi documentari dedicati al mondo della musica, della radio popolare e della politica. Un artista eclettico, uno dei grandi registi del cinema americano.

logo_PEGASOTV-large1

HA SEGUITO QUESTO EVENTO

QUESTO IL FOTOREPORTAGE DI POTITO CHIUMMARULO

 

La rassegna Cineporto di Foggia si è chiusa il 12 dicembre con “B.B. King- The Life of Riley”, il documentario di Jon Brewer, narrato da Morgan Freeman con la partecipazione di Bono, Eric Clapton, Bruce Willis, Ringo Star e con apparizioni di Keith Richards, Mick Jagger e del presidente Obama. Il chitarrista Francesco Piu, protagonista all’International Blues Challenge di Memphis dove ha suonato con i principali artisti contemporanei, proporrà alcuni dei più famosi brani di B.B. King.